Alba Tramonto
Fase lunare di oggi

Situazione generale:
E' giunta proprio sopra i cieli italiani la profonda saccatura artica in precedenza colata sulla Francia e Mediterraneo Occidentale. Ne consegue che risulta oramai svanito il suo effetto di richiamo di aria caldo-umida di libeccio verso i nostri territori e stia prevalendo l'ingresso del fronte freddo. Da ciò, temperature in netto calo da nord-est su tutto il versante adriatico, quello più esposto alle infiltrazioni di aria nordica, in parte schermata dallo scudo alpino. L'instabilità sta gradualmente perdendo il suo vigore in virtù del minore approvvigionamento di umidità dalle superfici marine, più copioso prima dal Tirreno, più tenue ora dall'Adriatico.
Evoluzione per i prossimi giorni sull'Italia:
Dopo il tonfo termico della giornata odierna, le temperature inizieranno a riprendere in modo assai lento ma progressivo già nel pomeriggio-sera di domani. A causarlo sarà lo spostamento verso la Grecia e il Mar Nero del corpo apicale della depressione nordica. Confermiamo comunque la buona tenuta d'insieme del comparto ciclonico il quale non perderà contatto con la sommità radicale del Mare di Barents fino a giovedì. Sarà solo nel corso di questa giornata, infatti, che avverrà il suo taglio sul Baltico da parte del lungo promontorio altobarico atlantico. Tale compattezza consentirà il mantenimento di una buona presenza di circoli ciclonici a latitudini mediterranee per il resto della settimana e a costringere i massimi di alta pressione atlantici a consolidarsi verso le isole britanniche e il Mare del Nord. Quindi per il nostro Stivale si prevedono altre ondate instabili nella seconda parte della settimana, per giovedì più al centro-nord, per venerdì e sabato più a sud.

agrometeorologia pan assam agricoltura