Alba Tramonto
Fase lunare di oggi
4368 iscritti al sito web

Situazione generale:
Forte di un apparato radicale davvero esteso a cui contribuisce l'aria calda nord-africana, la vasta campana anticiclonica atlantica insiste e resiste alle alte latitudini europee posizionando i suoi massimi tra il Mare del Nord e la Scandinavia. Da lì, il suo movimento rotatorio orario favorisce la discesa di aria fredda artica che, seguendo poi una lunga S, scende e arriva fino al Mediterraneo occidentale. Ciò mantiene in vita il vortice che da parecchi giorni staziona in prossimità del versante ovest italiano, una figura depressionaria ormai vetusta ma capace ancora di provocare diffuse precipitazioni, localmente temporalesche sul meridione. In crescita le temperature.
Evoluzione per i prossimi giorni sull'Italia:
Mentre il sud ed il medio versante adriatico, fino a domenica, subiranno gli effetti di ciò che rimarrà del vortice mediterraneo, causa ancora di fenomeni molto intensi e diffusi, al nord le temperature torneranno a scendere, drasticamente nel giorno di riposo. Arriverà infatti dalla porta della Bora, parte di quella aria gelida artica che, muovendosi di moto retrogrado, ammanterà gran parte del Vecchio Continente, allungandosi dal Mare di Barents fino ai Pirenei. Sull'Italia giungerà solo una piccola porzione dell'aria nordica ma sarà sufficiente a far scendere i valori termici ben al di sotto della media del periodo al centro-nord e questo, giocoforza, favorirà il verificarsi di nevicate fino a quote pianeggianti specie tra domenica e lunedì. Il sud sarà invece sostanzialmente salvato dal richiamo di flussi di libeccio.

agrometeorologia pan assam agricoltura