Meteo e Clima nelle Marche

Meteorologia e climatologia per il territorio delle Marche, a servizio dell'agricoltura

L’inverno 2018 nelle Marche.

clock aprile 20, 2018 12.07 by author Danilo Tognetti
Nel complesso, la stagione invernale 2018 è stata lievemente più calda della norma e particolarmente piovosa. Il freddo vero si è riducibile all'evento di fine stagione in cui si sono verificate anche abbondanti nevicate. [Prosegue]


L’autunno 2017 nelle Marche.

clock dicembre 28, 2017 15.29 by author admin
L’Italia, così come buona parte del centro-Europa, nei mesi di settembre e novembre è stata caratterizzata da anomalie negative del geopotenziale a 500mb specie nell’ultimo mese autunnale. In tali mesi dunque le basse pressioni hanno prevalso sulle alte inducendo tempo in prevalenza instabile in particolare sulle Marche. Nel mese di ottobre invece ha prevalso l’alta pressione di origine atlantica, fautrice di maggiore stabilità e in effetti, sulla nostra regione, le precipitazioni sono venute sostanzialmente a mancare mentre le temperature si sono rilevate più calde nel normale nei valori massimi (diurni), più freddi in quelli minimi (notturni). [Prosegue]


L’estate 2017 nelle Marche

clock ottobre 9, 2017 09.29 by author Danilo Tognetti
La stagione è stata sicuramente caratterizzata dalla persistenza di figure anticicloniche di origine nord-africana e quindi le temperature si sono mantenute molto elevate mentre sono venute sostanzialmente a mancare le precipitazioni. [Prosegue]


La primavera 2017 nelle Marche

clock luglio 14, 2017 12.58 by author admin
La persistenza di figure anticicloniche sull’Europa centro-occidentale ha reso la stagione primaverile particolamente calda sulle Marche ma anche sull’Italia dove quella del 2017 è stata la seconda primavera più calda dal 1800 (fonte CNR). Solo un episodio di freddo ha caratterizzato la stagione, tra la metà di aprile e la fine di maggio. Nella norma, almeno per la nostra regione, le precipitazioni. [Prosegue]


L'inverno 2017 nelle Marche

clock aprile 27, 2017 16.42 by author Danilo Tognetti
L'intera stagione invernale è stata caratterizzata da un'anomalia positiva dei geopotenziali a 500mb che ha interessato le medio-alte latitudini europee. In dicembre e soprattutto in febbraio, tale surplus di geopotenziale ha interessato anche l'Italia. Per il nostro Paese c'è stato un cambio di fronte nel corso del mese di gennaio quando hanno prevalso geopotenziali più bassi della media che hanno portato a condizioni di maggiore freddo e abbondanti precipitazioni (anche nevose) queste ultime però solo al centro-sud. [Prosegue]


L'autunno 2016 nelle Marche.

clock gennaio 5, 2017 15.02 by author Danilo Tognetti
La primissima parte della stagione è stata caratterizzata da un'anomalia sostanzialmente positiva dei geopotenziali a 500mb che ha interessato soprattutto le medio-alte latitudini europee e, marginalmente, anche l'Italia centro-settentrionale, con conseguente clima caldo-umido sulla nostra regione. In seguito, dalla metà di settembre fino alla metà di novembre, l'evoluzione, in un contesto di geopotenziali nella media, è stata più dinamica con la nostra regione che ha subito condizioni prevalentemente freddo-umide. Nell'ultima parte della stagione ha prevalso nettamente l'alta pressione con conseguenti temperature oltre la media e scarse precipitazioni. [Prosegue]


L'estate 2016 nelle Marche

clock ottobre 11, 2016 15.49 by author Danilo Tognetti
La primissima parte della stagione è stata caratterizzata da una anomalia negativa dei geopotenziali a 500mb che ha interessato l'Europa centrale e l'Italia in particolare, con effetti sulla nostra regione di un clima più freddo e umido rispetto alla media. In seguito, grosso modo dalla seconda parte di giugno fino alla fine di luglio, si è avuta una generale crescita dei geopotenziali con due massimi posizionati all'altezza delle medie latitudini l'uno sull'Atlantico, l'altro sull'Europa orientale. Tale "ponte" altopressionario ha garantito una maggiore stabilità anche sulle Marche dove le temperature sono tornate sopra le medie anche se non sono mancati episodi di maltempo specie verso la metà di luglio. Stessa configurazione barica si è avuta nel mese di agosto anche se meno accentuata. [Prosegue]


La primavera 2016 nelle Marche

clock giugno 27, 2016 09.39 by author admin
La stagione primaverile è stata caratterizzata da una anomalia negativa dei geopotenziali a 500mb che ha interessato l'Europa centro-occidentale ed in parte il settentrione italiano. Ciò ha favorito l'ingresso di numerosi sistemi perturbati verso il nostro Paese, spesso di origine atlantica nella prima parte della stagione favorendo così un clima caldo-umido, in parte poi sostituiti da discese di aria fredda polare che, insieme alle piogge, ha portato regimi termici più freschi. [Prosegue]


La primavera 2015 nelle Marche

clock giugno 22, 2015 13.20 by author admin
La primavera 2015 è stata caratterizzata da una prevalenza anticiclonica sull'Europa, con i massimi di geopotenziale posizionati sulla parte centro-occidentale del continente, massimi di origine nord-africana che hanno portato ad una stagione particolarmente calda su Francia, Spagna e Italia. La nostra penisola inoltre, posta ai margini orientali dell'alta pressione, è stata sottoposta alla discesa di depressioni nordiche che, nei casi di ciclogenesi mediterranee, hanno dato luogo a prolungate e diffuse precipitazioni. [Prosegue]


L'inverno 2015 nelle Marche

clock marzo 23, 2015 14.18 by author Danilo Tognetti
L'inverno 2015, nel suo complesso, è stato caratterizzato da una anomalia negativa del geopotenziale a 500mb sulla parte centro-occidentale del Mediterraneo, contrapposta a frequenti condizioni di alta pressione sia sull'Atlantico che sul comparto est-europeo e russo. Ciò ha favorito la penetrazione di depressioni settentrionali, spesso di origini artico marittima, verso la nostra penisola che nella maggior parte dei casi hanno assunto una posizione decentrata verso ovest provocando quindi un clima piuttosto mite e piovoso; solo in alcuni casi, a fine dicembre e ad inizio febbraio, l'aria fredda settentrionale ha investito in pieno l'Italia provocando condizioni più prettamente invernali. [Prosegue]