Meteo e Clima nelle Marche

Meteorologia e climatologia per il territorio delle Marche, a servizio dell'agricoltura

La primavera 2016 nelle Marche

clock giugno 27, 2016 09.39 by author admin
La stagione primaverile è stata caratterizzata da una anomalia negativa dei geopotenziali a 500mb che ha interessato l'Europa centro-occidentale ed in parte il settentrione italiano. Ciò ha favorito l'ingresso di numerosi sistemi perturbati verso il nostro Paese, spesso di origine atlantica nella prima parte della stagione favorendo così un clima caldo-umido, in parte poi sostituiti da discese di aria fredda polare che, insieme alle piogge, ha portato regimi termici più freschi. [Prosegue]


L'autunno 2015 nelle Marche

clock dicembre 23, 2015 10.08 by author admin
L'invadenza dell'anticiclone di matrice subtropicale e nord-africana sul Vecchio Continente, molto evidente sul comparto settentrionale, ha reso la stagione autunnale 2015 più calda della norma, in particolare nelle Marche dove le fasi fredde e piovose possono essere ricondotte a due soli episodi, il primo a ottobre il secondo verso la fine di novembre. [Prosegue]


L'estate 2015 nelle Marche

clock settembre 21, 2015 11.59 by author admin
L'estrema dominanza dell'anticiclone nord-africano ha reso il mese di luglio 2015 il più caldo per le Marche, almeno dal 1961 (anno di inizio della serie storica di temperature a nostra disposizione). Luglio, che è stato anche molto povero di precipitazioni, ha quindi profondamente condizionato l'intero andamento stagionale. [Prosegue]


La primavera 2015 nelle Marche

clock giugno 22, 2015 13.20 by author admin
La primavera 2015 è stata caratterizzata da una prevalenza anticiclonica sull'Europa, con i massimi di geopotenziale posizionati sulla parte centro-occidentale del continente, massimi di origine nord-africana che hanno portato ad una stagione particolarmente calda su Francia, Spagna e Italia. La nostra penisola inoltre, posta ai margini orientali dell'alta pressione, è stata sottoposta alla discesa di depressioni nordiche che, nei casi di ciclogenesi mediterranee, hanno dato luogo a prolungate e diffuse precipitazioni. [Prosegue]


L'inverno 2015 nelle Marche

clock marzo 23, 2015 14.18 by author Danilo Tognetti
L'inverno 2015, nel suo complesso, è stato caratterizzato da una anomalia negativa del geopotenziale a 500mb sulla parte centro-occidentale del Mediterraneo, contrapposta a frequenti condizioni di alta pressione sia sull'Atlantico che sul comparto est-europeo e russo. Ciò ha favorito la penetrazione di depressioni settentrionali, spesso di origini artico marittima, verso la nostra penisola che nella maggior parte dei casi hanno assunto una posizione decentrata verso ovest provocando quindi un clima piuttosto mite e piovoso; solo in alcuni casi, a fine dicembre e ad inizio febbraio, l'aria fredda settentrionale ha investito in pieno l'Italia provocando condizioni più prettamente invernali. [Prosegue]


L'autunno 2014 nelle Marche

clock dicembre 16, 2014 15.37 by author admin
La stagione autunnale 2014 è stata caratterizzata da frequenti condizioni di alta pressione a latitudini nord-europee, così come testimonia l'estesa anomalia positiva del geopotenziale a 500mb particolarmente accentuata sulla Penisola Scandinava. Il fenomeno ha interessato, anche se in maniera minore, la parte centrale del Vecchio Continente ed in particolare la penisola italiana. La disposizione anticiclonica ha inoltre favorito la penetrazione di depressioni atlantiche verso il Mediterraneo che spesso hanno provocato il richiamato di aria caldo-umida meridionale verso le nostre regioni con la duplice conseguenza di una stagione piuttosto mite dal punto di vista termico ma dalle precipitazioni eccessive sul medio-alto versante tirrenico vittima di alluvioni e fenomeni molto violenti. [Prosegue]


L'estate 2014 nelle Marche

clock settembre 19, 2014 09.30 by author admin
La stagione estiva 2014 è stata caratterizzata da frequenti condizioni di alta pressione a latitudini artiche e nord-europee, così come testimonia l'estesa anomalia positiva del geopotenziale a 500mb particolarmente accentuata in prossimità del Mare di Norvegia. La disposizione anticiclonica ha favorito la penetrazione di depressioni atlantiche verso latitudini più basse, in particolare verso la penisola italiana che ha vissuto quindi una stagione estiva più perturbata della norma. [Prosegue]


L'eccezionalità delle precipitazioni di gennaio-luglio 2014 nelle Marche

clock agosto 11, 2014 08.33 by author admin
Non c'è tregua per la nostra regione, soggetta a cospicue precipitazioni anche in quel mese, luglio, che di norma è il meno piovoso. Quest'anno però, un vasto e duraturo blocco anticiclonico nel comparto russo-scandinavo, supportato dall'alta pressione atlantica che spesso ha preferito le latitudini elevate, ha reso la penisola italiana facile preda di discese depressionarie oceaniche che in alcuni casi hanno prolungato la loro permanenza sull'area mediterranea a causa del blocco anticiclonico orientale. [Prosegue]


Analisi dell'ondata di maltempo del 24-27 luglio 2014 nelle Marche

clock luglio 29, 2014 17.05 by author admin
Non c'è tregua per la nostra penisola, soggetta ancora ad una nuova discesa depressionaria settentrionale. L'aria fredda siberiana, scivolando sul lato orientale di un poderoso blocco anticiclonico scandinavo, ha causato una forte instabilità specie al centro-nord. In particolare, sulle Marche, fenomeni di notevole rilevanza si sono verificati nel periodo 24-27 luglio. [Prosegue]


Analisi dell'ondata di maltempo del 13-18 giugno 2014 nelle Marche

clock giugno 25, 2014 13.05 by author admin
Il forte sconquasso termico che si è venuto a creare a seguito della discesa di un nucleo di aria fredda artica in contrasto con l'aria calda accumulatasi dopo un periodo di alta pressione sostenuta dalle correnti calde in risalita dall'Africa, è stata la causa scatenante di una nuova fase di instabilità su buona parte della penisola italiana, in alcuni casi caratterizzata da fenomeni particolarmente violenti. Sulle Marche, la situazione è cominciata a degenerare nella giornata di venerdì 13 con i primi rovesci e temporali che hanno interessato soprattutto l'entroterra e le province settentrionali nel corso del pomeriggio. [Prosegue]