Meteo e Clima nelle Marche

Meteorologia e climatologia per il territorio delle Marche, a servizio dell'agricoltura

Marzo 2013. Precipitazioni abbondanti sulle Marche, da record sul pesarese-urbinate e anconetano.

clock aprile 3, 2013 09.56 by author Danilo Tognetti
A marzo, una rilevante anomalia termica negativa ha prevalso su gran parte del Vecchio Continente, conseguenza di un indebolimento del vortice polare. L'area mediterranea, quindi l'Italia, ha risentito solo in parte dell'aria fredda continentale, vuoi per la posizione decentrata, vuoi per la protezione alpina, ed è stata maggiormente sottoposta ai flussi caldo-umidi atlantici che hanno caratterizzato un periodo decisamente piovoso dalle temperature tutto sommato miti soprattutto al centro-sud. Ciò si è verificato anche nelle Marche, con i fenomeni molto spesso attutiti dalla dorsale appenninica, dove però si sono fatti sentire le discese fredde in entrata dalla porta balcanica. [Prosegue]


NOAA - Stato del clima - Analisi Globale Febbraio 2013

clock marzo 21, 2013 09.10 by author Danilo Tognetti
Link alla versione originale In evidenza: La temperatura media globale di febbraio 2013 è stata, insieme a quella del 2003, la nona più calda da quando sono iniziate le misure, al di sopra di 0,57°C rispetto ai 12,1°C di media del XX secolo. La temperatura media delle terre emerse ha superato di un 1°C la media del XX secolo (3,2°C), insieme al 2010, l'11esimo record per il mese di febbraio. Per gli oceani, la temperatura media superficiale è stata di 0,42°C superiore alla media del XX secolo (15,9°C), l'ottavo valore più alto per il mese di febbraio. Nel periodo dicembre-febbraio (inverno meteorologico, ndt), la temperatura media globale ha superato di 0,51°C la media del XX secolo, pari a 12,1°C, segnando il 12esimo record più alto per tale periodo. Nel periodo dicembre-febbraio, la temperatura superficiale delle terre emerse è stata di 0,71°C superiore alla media del XX secolo, 15esimo record insieme al 1992. La temperatura superificiale degli oceani è stata più alta di 0,43°C rispetto alla media del XX secolo, ottavo record per tale periodo. E' da inizio anno (gennaio-febbraio) che la temperatura media globale si mantiene al di sopra della media del XX secolo, con uno scarto di 0,56°C, nono record per tale periodo insieme al 2005.  Febbraio 2013. Eventi e anomalie significative


L'inverno 2013 nelle Marche

clock marzo 7, 2013 11.53 by author admin
Come nei due anni precedenti, anche nel 2013 la stagione invernale è stata più fredda rispetto alla media con una temperatura media regionale di 4,9°C. Le temperature medie di dicembre 2012 e febbraio hanno fatto registrare, entrambe, anomalie negative. Leggermente più caldo il mese di gennaio. Sul versante delle precipitazioni, è confermato l'andamento attivo dal 2009 con la stagione invernale che fa registrare accumuli di pioggia superiori alla media. Nel 2013, l'incremento è stato pari al 30% rispetto al 1961-2000. [Prosegue]


Pubblicato lo Stato del Clima - Analisi Globale - Gennaio 2013 da parte del NOAA

clock febbraio 22, 2013 09.55 by author Danilo Tognetti
Link alla versione originale In evidenza: La temperatura media globale, considerando sia gli oceani che le terre emerse, di gennaio 2013 è stata, insieme al 1995, la nona più calda per lo stesso mese da quando nel 1880 sono iniziate le misure, al di sopra di 0,54°C rispetto ai 12°C media del XX secolo. La temperatura media della superficie terrestre di gennaio 2013, è stata la 13esima più calda per il mese di gennaio, 0,9°C sopra la media. La temperatura media della superficie terrestre nell'emisfero sud è stata invece la più calda dall'inizio delle misure. La temperatura media globale della superficie oceanica è stata la ottava più calda per il mese di gennaio con un incremento di 0,41°C rispetto alla media.   Gennaio 2013. Eventi e anomalie significative


Regione Marche. Analisi andamento meteo-climatico anno 2012

clock gennaio 7, 2013 10.18 by author Danilo Tognetti
Il 2012 è stato caratterizzato da una precipitazione al di sopra della norma. Sul territorio regionale, la pioggia media caduta è stata di 915mm con un incremento del 9% rispetto ai 837mm che rappresentano la norma del periodo 1961-2000. La temperatura media annua calcolata sul territorio regionale è stata di 14,3°C, con un incremento rispetto alla media del periodo 1961/2000 pari a +1,1°C. Il 2012 è stato il settimo anno consecutivo più caldo rispetto alla media, il più caldo per la nostra Regione dal 1961 (insieme al 1994 e al 2007). [Prosegue]


Le forti escursioni termiche nelle Marche nel periodo ottobre - 5 novembre 2012

clock novembre 6, 2012 16.51 by author Danilo Tognetti
La stagionale autunnale si è dimostrata fin qui davvero dinamica, caratterizzata dall'estenuante braccio di ferro fra il vortice polare costretto in più occasioni ad allungarsi verso il cuore del continente europeo, e il promontorio anticiclonico africano. Numerosi sono stati i ribaltamenti termici. Le Marche, naturalmente, non sono rimaste immuni a tali eventi. [Prosegue]


Bilancio di temperature e precipitazioni dell'estate 2012: peggio che nel 2003?

clock settembre 5, 2012 10.50 by author admin
La prolungata permanenza sul bacino del Mediterraneo del promontorio anticiclonico nord-africano ha interessato anche il territorio regionale marchigiano, rendendo l'estate 2012 paragonabile a quella, terribile, del 2003. Numerose sono state le ondate di calore, molto scarse invece le precipitazioni. [Prosegue]


Il più caldo giugno dopo quello della terribile estate 2003

clock luglio 3, 2012 10.52 by author admin
La prolungata presenza dell'anticiclone di matrice nord-africana sul bacino del Mediterraneo, praticamente egemone da metà mese, ha dirottato sulla penisola italiana ondate di aria torrida sahariana facendo schizzare le temperature su valori davvero elevati le quali, complice l'elevata umidità, hanno provocato diffuse e opprimenti condizioni d'afa. [Prosegue]


Analisi dell'ondata di calore del mese di giugno 2012

clock giugno 27, 2012 10.57 by author admin
Nel corso della seconda metà del mese di giugno, l'approfondimento sull'oceano Atlantico di una vasta figura depressionaria ha favorito lo sviluppo di un promontorio anticiclonico africano che si è espanso progressivamente verso nord-est, incuneandosi fino a latitudini elevate (il massimo barico si è spinto fino in Ucraina). L'Italia è stata presa in pieno dall'aria calda in risalita dal torrido ventre africano con conseguente innalzamento delle temperature che, complice l'elevata umidità, hanno provocato diffuse condizioni d'afa. [Prosegue]


La primavera 2012 nelle Marche

clock giugno 25, 2012 11.00 by author admin
Come ormai accade dal 2005, anche la stagione primaverile del 2012 è stata più calda della norma, con una temperatura media regionale di 13,1°C. Valore raggiunto grazie alle impennate di marzo e di aprile; sostanzialmente nella media il mese di maggio. Precipitazione stagionale sostanzialmente nella norma ma con forti oscillazioni mensili. [Prosegue]